Milano 1946

L'impresa di Morillo: soltanto Passarotto
ha lanciato 8 inning più vecchio di lui

Geronimo Morillo sul monte per 8 riprese al Saini a 44 anni e 10 mesi: solo Carlo Passarotto ha lanciato così tante riprese nel Milano in età più avanzata, a 45 anni compiuti. Gero diventa anche il quarto battitore designato rossoblù di sempre eguagliando Ivan Guerci. Festa anche in casa Negri: Giulio raggiunge e sorpassa il fratello Lorenzo per presenze in rossoblù


Geronimo Morillo sul monte al Saini. A destra Carlo Passarotto e Ivan Guerci. In basso Giulio e Lorenzo Negri

Dati statistici e curiosità della settimana dopo il derby con l’Ares. Al centro della doppietta centrata al Saini c’è Geronimo Morillo, il “nonno” del gruppo guidato da Marco Fraschetti che ha vinto gara uno da pitcher lanciando per 8 riprese. “Gero” è così diventato il secondo pitcher più anziano di tutti i tempi della storia del Milano, dopo il grande Carlo Passarotto, a vincere una partita lanciando almeno 8 inning. Morillo ce l’ha fatta a 44 anni, 10 mesi e 20 giorni, essendo nato a La Vega, nella Repubblica Dominicana, il 14 novembre del ’75. Carlito invece ha vinto la sua ultima partita nel Milano e in serie A1 il 14 aprile dell’89 contro la Juventus lanciando per 9 riprese a 45 anni, 6 mesi e un giorno. Quella di Morillo è anche la quinta performance di tutti i tempi tra i lanciatori più anziani del Milano che hanno lanciato almeno 8 inning, anche qui preceduto solo da Passarotto in quattro occasioni in quell’ultimo campionato giocato da “Chico” a 45 anni e in prima serie.

Morillo ha fatto registrare anche la sesta vittoria “più anziana” in assoluto di un pitcher rossoblù: in età più avanzata si sono imposti solo il solito Passarotto (lanciando 9 inning contro la Juve, come detto, e 7.1 inning come rilievo di Tavarnelli contro le Calze Verdi il 20 maggio dell’89), Paolo Cherubini (lanciando le ultime due riprese, dopo Piazzi e Barosi, contro il Codogno in A2 nel 1997 a 45 anni compiuti da 17 giorni) e infine due volte Roberto Sala nella prima stagione in collaborazione con l’Ares, il 1999 in serie B (vittorie a Cairo Montenotte come rilievo di Scatena per 4.1 riprese e a Bovisio come rilievo di Manganini per 4.2 inning alla bella età di 46 anni, 9 mesi e 12 giorni).

Nonno Geronimo inoltre fa passi avanti anche con la mazza, nel senso che domenica è diventato il quarto battitore designato titolare nella storia del Milano, affiancando niente meno che il nostro supercapitano Ivan Guerci con 39 partite iniziate nel ruolo di DH. Morillo ha giocato la prima partita da designato rossoblù il 10 giugno 2018 in Milano-Reggio Emilia 10-6. Guerci invece ha giocato per la prima volta come DH titolare in Grosseto-Milano 19-5 del 16 settembre ’83 in A1 e per la 39.a e ultima volta il 7 settembre 2002 in Milano-Piacenza 4-5 di serie A2.

Giulio e Lorenzo NegriGiornata significativa anche per Giulio Negri che giocando due partite domenica come seconda base ed esterno destro ha raggiunto e superato il fratello Lorenzo in fatto di presenze nel Milano: 65 a 64. Giulio ha debuttato in prima squadra il 30 aprile del ’17 in serie C in Milano-Sannazzaro 11-1, mentre il fratello maggiore (di 5 anni) ha esordito il 15 luglio 2008 in Avigliana-Milano 10-0 di serie A2, chiudendo in epoca United il 21 luglio 2013 con Piemonte-SenagoMilano 1-0 sempre di serie A2. Adesso i fratelli Negri sommano 131 presenze nel Milano, salendo al 13° posto nella speciale classifica combinata dei fratelli rossoblù, scavalcando i Garavaglia (Osvaldo e Roberto, 123 gettoni in due) e avvicinandosi ai Bianconi (Sergio ed Enrico a quota 144). Leader della speciale classifica sono, lontanissimi, Raoul e Thomas Pasotto a 726 partite in due.

E a proposito di Pasotto, chiudiamo con Marco che ha giocato la sua 32.a partita da esterno sinistro titolare scavalcando Emilio Lepetit (che abbiamo appena festeggiato per i suoi 90 anni) e Tullio Turci entrambi a quota 31. Pasotto è ora 17° nella classifica degli esterni sinistri all time capeggiata da suo padre Raoul.

06/10/2020