Milano 1946
  • Settore giovanile baseball e softball Milano 1946

  • Il settore giovanile del Milano Baseball 1946 è stato ampiamente riorganizzato a partire del 2003 su impulso dell'allora presidente Marco Giulianelli e della responsabile del vivaio rossoblù Giovanna Rosselli, mentre negli anni più recenti è stato coordinato da Giuseppe Pizzi.

     

    Dopo cinquant'anni il Milano tornava ad occuparsi anche di softball ma la necessità di sviluppare il settore giovanile con una rapida crescita, partendo da un gruppo iniziale di 21 iscritti, convince la dirigenza del Milano a investire in modo consistente sui giovani e sul territorio, affidandosi negli anni a tecnici di qualità come Dario Rossi, Vittorio Bacio, Roberto Durot , Pino Lo Monaco , Claudio Acquafresca. Simone Pinazzi, Marco Masiero, David Sheldon, Ezio Cardea, Max Crippa, Marco Fraschetti, Raoul Pasotto, Thomas Pasotto, Simone Spinosa, Jimmy Calzone, Tiziana Cerri, Silvia Regazzi, Alice Ronchetti e Tiziana Rombi.

     

    Una scelta lungimirante che ha portato il settore giovanile ad avere oggi ben 121 tesserati che rappresentano il vivaio più numeroso del baseball e softball italiani, con 7 squadre i scritte a tutti i campionati, dai mini agli under 12, under 15 e under 18 sia maschili che femminili.

     

    In questi anni il miglior risultato dal punto di vista sportivo è stata la conquista del terzo posto assoluto ai campionati italiani nel 2017 da parte della squadra Under 12 guidata da Thomas Pasotto. Un risultato che il Milano non raggiungeva dai primi anni Novanta. A livello individuale, invece, il nostro vivaio ha fornito alcuni giocatori alle nazionali giovanili come Stefano Grassi, Andrea Pasotto e Giulia Bancora. Alice Ronchetti è stata invece la prima ragazza uscita dal vivaio rossoblù a raggiungere la Nazionale maggiore di softball. Mentre Nicolò Pinazzi, oltre ad aver ricevuto una convocazione dall'Italia del baseball, è il primo giocatore cresciuto nel Milano ad essere stato messo sotto contratto da una franchigia di Major league, i Cincinnati Reds.

     

  • Il Progetto Quantità

    Sviluppare un grande movimento quantitativo e qualitativo è condizione perché il baseball e il softball escano dai confini angusti dello sport minore di nicchia e diventano come già succede in alcune regioni e zone dell'Italia uno sport seguito, diffuso e coinvolgente.

     

    I valori sportivi di questi sport sono evidenti: uno sport di squadra, dove si mobilitano numerose capacità fisiche e intelettuali di coordinamento, strategia e capacità di sacrificio e dove lo spirito del gruppo, la lealtà ma anche l'individualità sono rappresentati anche simbolicamente e nelle regole, uno sport che si gioca all'aperto e che tuttavia non necessita di materiale sofisticato e costoso e che consente, per la diffusione enorme che ha avuto nei paesi latino-americani e nei paesi asiatic,i di diffondere il dialogo e l'integrazione dei ragazzi e ragazze extra europei.

     

    Cerchiamo pertanto nuovi spazi e prati protetti per moltiplicare le squadre e le occasioni di gioco sviluppando anche il movimento della Little league non agonistica nelle scuole, parrocchie e associazioni.

     

  • Il Progetto Qualità

    La società è convinta che si possa puntare all'eccellenza grazie ad un offerta integrata a livello nazionale e internazionale che consenta ai migliori di cogliere le opportunità di perfezionamento e di impegno.

     

    Camp estivi in Italia e all'estero, clinic presso di noi o presso altre sedi, scambi con squadre nazionali e internazionali, partecipazione a tornei in Italia e all'estero sono le opportunità che si offrono a tutti i nostri atleti che vogliono migliorarsi e impegnarsi.

    Inoltre sono stati avviati già da alcuni anni programmi che consentono ai nostri atleti e atlete di giocare di più con il doppio tesseramento con squadre seniores di serie superiore (Saronno, Rho Mariquita, Legnano).

     

    Il settore giovanile ha come coordinatore tecnico  per il baseball Raoul Pasotto, bandiera del Milano ed allenatore della prima squadra, e per il softball Tiziana Rombi.

  • Il Progetto scuola

    Il settore giovanile è a disposizione di tutte le scuole del territorio, a partire dalle scuole materne per dimostrazioni, brevi corsi introduttivi, organizzazione di tornei a titolo del tutto gratuito, convinti come siamo che l'attività fisica, soprattutto se basata su giochi di squadra poco conosciuti e che mettono tutti i bambini sullo stesso piano di partenza, sia fondamentale per la crescita educativa dei bambini.

     

    Inoltre uno sport strutturato e con regole complesse ma adattabili alle esigenze delle varie età, rappresenta anche un elemento educativo al rigore e al rispetto delle regole e della auto-disciplina.

     

    Il Milano, inoltre, sempre nell'ambito del progetto scuole, si avvale di un partner prestigioso come Fondazione Laureus per operare in realtà difficili della periferia milanese. In particolare Milano '46 e Fondazione Laureus sono presenti nelle scuole primarie di via Graf e via Anemoni.

     

  • Per maggiori informazioni sulle modalità di iscrizione clicca qui.